Origine del nome Passo due Santi

origine dei due santiL’origine del nome “Passo dei due Santi” risale al XIX secolo e fa riferimento alla Beata Vergine Maria e a Sant’Antonio da Padova.

L´Iconografia

Le immagini dei due santi erano scolpite su due pilastri che furono costruiti nel punto in cui in precedenza sorgeva un enorme faggio. Si trattava del faggio crociato, chiamato in questo modo in quanto una evidente croce era incisa sulla corteccia; per questo motivo, il Passo ha avuto a lungo il nome di “Passo del Faggio Crociato”. Sin dall’antichità questo era un luogo di passaggio di mercanti, pellegrini, soldati ed era attraversato dalla Via Regia, essendo in una posizione strategica, tra la Valle del Magra e quella del Vara. Il faggio era uno dei tanti punti di riconoscimento della zona che i cristiani avevano sostituito alle tracce di simboli pagani.

I dipinti

I due bassorilievi, eretti dopo la scomparsa del faggio a causa del tempo, furono realizzati nel 1803 da Rubini Pietro di Patigno, nei pressi di Zeri. Qualche anno più tardi, agli inizio del 1900, venne costruita una cappella intitolata a Gesù Redentore; contribuirono economicamente i piccoli centri delle valli del Taro e di Zeri.
Immagine di racamani – FotoliaSimilar Posts: